Lions Club Riccione
martedì 16 ottobre 2018
THE INTERNATIONAL ASSOCIATION OF LIONS CLUBS

Lions Club Riccione


Distretto 108/A – ITALY – 1° Circoscrizione – Zona E
www.lionsriccione.it - info@lionsriccione.it
Sei in: Lions » Storia del Lionismo2
STORIA DEL LIONISMO - Parte I
Stampa

L'Associazione Internazionale dei Lions Clubs, nacque dal sogno di un assicuratore di Chicago, Melvin Jones, meravigliato che il locali Clubs di Affari – di uno dei quali era un membro attivo – non espandessero i loro orizzonti dalle più ovvie relazioni affaristiche a progetti di miglioramento delle loro comunità e più ancora del mondo intero.

L'idea di Melvin Jones trovò largo interesse all'interno della sua stessa Associazione, il "Business Circle of Chicago", che lo autorizzò ad esplorare l'argomento contattando altre consimili organizzazioni degli Stati Uniti. I risultati di questo lavoro preliminare furono presentati in un incontro tra le organizzazioni coinvolte, tenuto nel locale Hotel, il 7 giugno 1917.

Le dodici persone che si incontrarono quel giorno, mosse da un naturale senso di rispetto nei confronti dei loro Clubs padrini, votarono la nascita della "Associazione dei Lions Clubs" e trasmisero la convocazione per un Congresso Nazionale da tenersi a Dallas, Texas, USA, nell'ottobre dello stesso anno.

Risposero alla convocazione trentasei delegati in rappresentanza di ventidue Clubs di nove Stati, che approvarono la denominazione "Lions Clubs" ed elessero come primo Presidente il Dr. William P. Woods dell'Indiana. Melvin Jones, personalità trainante e fondatore, fu nominato Segretario e il suo ruolo di membro dell'Associazione dei Lions terminò soltanto alla sua morte, nel 1961.

I Soci Fondatori del Lions Club International

In quel primo, storico Congresso, prese avvio la discussione su che cosa il Lionismo dovesse diventare. Furono adottati un Atto Costituivo e dei Regolamenti, approvati i colori dell'emblema, oro e porpora, e una prima redazione degli Obiettivi del Lionismo e del Codice dell'Etica.

Uno dei più importanti obiettivi morali era quello di dar principio ad un'era dove l'individualismo affaristico fosse messo in secondo piano. Ancor oggi, questo è rimasto uno degli impegni principali del Lionismo: "Nessun Club – si legge – potrà avere tra gli scopi il miglioramento finanziario dei suoi Soci".

Le persone socialmente più influenti, cominciarono rapidamente a organizzare Clubs in tutti gli Stati Uniti e l'Associazione divenne "Internazionale" con la fondazione del Windsor, Ontario, Canada Lions Club, nel 1920. Più tardi furono fondati Clubs in Cina, Messico e Cuba. Nel 1927, l'Associazione contava circa 60.000 membri in 1.183 Clubs.

Nel 1935, Panama divenne la sede del primo Club dell'America Centrale e l'anno seguente fu fondato in Colombia il primo Club del Sud America. Il lionismo raggiunse poi l'Australia nel 1947 e l'Europa nel 1948, dove nacquero Clubs in Svezia, Svizzera e Francia. Nel 1952, fu fondato il primo Club del Giappone.

(Continua... parte II)

STORIA DEL LIONISMO - Parte II
Stampa

L'Associazione Internazionale dei Lions Clubs è oggi la più grande organizzazione di servizio del Mondo, con più di 1,4 milioni di Soci in oltre 46.000 Clubs di 714 Distretti che coprono 192 Nazioni o Aree Geografiche. I Lions Clubs non sono Clubs di socializzazione, per quanto possano esservi benefici sociali nell'essere associati. I Soci dei Lions Clubs offrono il loro tempo, il loro impegno, le loro risorse, per raccogliere fondi a scopo benefico da distribuire sia nella propria comunità che internazionalmente.

Uno dei settori principali di raccolta fondi per i Lions è legato alla conservazione della vista, per quanto vengano sostenuti anche altri progetti come programmi di prevenzione alla droga per le scuole superiori, programmi di controllo per il diabete e molti altri, specifici per le realtà individuali di Clubs e Distretti. I Lions decisero di porre la conservazione della vista tra i propri obiettivi fondamentali dopo una conferenza di Helen Keller al Congresso Internazionale Lions tenutosi a Cedar Point, Ohio, nel 1925. Quel giorno Helen Keller sfidò i Lions a diventare "Knights of Blind" (Cavalieri della Cecità), una sfida che è diventata una sorta di grido di battaglia per progetti Lions in tutto il Mondo.

Il lavoro dei Lions nel settore della conservazione della vista viene svolto ad ogni livello. Alcuni Clubs sponsorizzano autonomamente programmi di prevenzione e controllo utilizzando cliniche mobili. In molte nazioni, i Clubs sponsorizzano campi di chirurgia oftalmica dove vengono eseguiti gratuitamente interventi alla cataratta per tutti coloro che non possono permettersi questo tipo di cure mediche. Molti Clubs, infine, raccolgono occhiali da vista usati per distribuirli in altre nazioni più bisognose.

L'Associazione Internazionale dei Lions Clubs è la più grande organizzazione non governativa associata con le Nazioni Unite, da queste invitata, e dall'Organizzazione Mondiale per la Sanità, a raccogliere fondi per un programma internazionale di conservazione della vista. E' stato infatti stimato che ancora oggi ci sono su scala mondiale, almeno 40 milioni di casi di cecità curabile o prevenibile. Senza alcun intervento, si prevede che il numero possa salire a 80 milioni entro la fine del decennio.

Sight First L'Associazione Internazionale dei Lions Clubs, ha avviato un programma di raccolta fondi chiamata "Campagna Sight First" (La vista prima di tutto) con lo scopo di curare/prevenire 40 milioni di casi di cecità in tutto il Mondo. Per questo programma sono stati raccolti ovunque, dai Lions, oltre 148.600.000 $. Sono stati costruiti centri specializzati per la cura delle malattie della vista nei luoghi dove era più necessario. Soltanto in India, sono stati realizzati più di 300.000 interventi alla cataratta e il numero sta crescendo rapidamente. Il Servizio dei Lions a favore dell'umanità, spazia dall'acquisto di occhiali per un bambino i cui genitori non abbiano le possibilità, fino a programmi da molti milioni di dollari per curare la cecità su scala mondiale.

Il Quartier Generale del Lions International è a Oak Brook, Illinois, USA. Puoi contattare il Lions Clubs International al seguente indirizzo:

Lions Clubs International
300 22nd Street
Oak Brook, IL
USA. 60521-8842

Telefono: (+ 1 630) 571-5466
Fax: (+ 1 630) 571-8890
Email: lions@lionsclubs.org
Sito: http://www.lionsclubs.org

E' possibile visualizzare una presentazione multimediale sulla Storia di Lions Clubs International nella sezione Centro didattico multimediale. In questa sezione, oltre alle istruzioni su questa presentazione sarà possibile visualizzare altre presentazioni.

MELVIN JONES - BIOGRAFIA
Stampa

Melvin Jones Melvin Jones nacque il 13 gennaio 1879 a Fort Thomas, Arizona, il figlio di un capitano dell'Esercito degli Stati Uniti.
In seguito al trasferimento del padre, la famiglia si spostò nella parte orientale degli Stati Uniti. Da giovane, Melvin Jones si stabilì a Chicago, Illinois, lavorando presso una compagnia di assicurazione e nel 1913 ne fondò una propria.

Subito dopo entrò a far parte del Business Circle, un gruppo di uomini di affari, di cui divenne ben presto il segretario. Questo gruppo era uno dei tanti che in quel periodo si dedicavano a promuovere il benessere finanziario dei propri soci e, dati i loro limitati interessi, erano destinati a scomparire. Melvin Jones, tuttavia, aveva altri programmi pensando a che cosa si poteva raggiungere "se queste persone che godevano di tanto successo dati il loro impegno, intelligenza ed ambizione, avrebbero usato i loro talenti per migliorare le proprie comunità". Per cui, dietro suo invito, i delegati di tali clubs si riunirono a Chicago per programmare un'organizzazione di tal genere e, il 7 giugno 1917, ebbe inizio il Lions Clubs International. Venne stipulato che i clubs non erano di carattere sociale e che ai soci non era permesso di promuovere i propri interessi.

Il Signor Jones abbandonò infine la sua attività per dedicarsi a tempo pieno ai Lions presso la Sede Centrale di Chicago. Fu grazie alla sua dinamica leadership che i Lions clubs acquisirono il prestigio necessario per attrarre persone interessate al bene comunitario.

Il fondatore dell'associazione venne anche riconosciuto quale leader al di fuori dell'associazione. Particolarmente degno di nota fu l'onore che ricevette nel 1945 quando rappresentò il Lions Clubs International in veste di consulente durante i lavori per l'organizzazione delle Nazioni Unite a San Francisco, California.

Melvin Jones, l'uomo che visse con l'idea che "non si può andare lontani finchè non si fa qualcosa per qualcun'altro" e che divenne la guida spirituale per tutte le persone interessate al bene pubblico in ogni parte del mondo, morì il 1 giugno 1961 all'età di 82 anni.

Per maggiori informazioni vi consigliamo di visitare il sito dedicato alla commemorazione di Melvin Jones:
http://www.lions-mjm.org/

DISCORSO DI HELEN KELLER
Stampa

Helen Keller Convention Internazionale del 1925 Cedar Point, Ohio, USA, 30 giugno 1925

Cari Lions e Gentili Signore,

Immagino che conoscerete la leggenda che descrive l'opportunità come una signora capricciosa che bussa una sola volta ad ogni porta e, se la porta non viene aperta immediatamente, va oltre e non torna mai indietro. Ed è così che dovrebbe essere. Le signore piacenti e desiderabili non aspettano. Dovete uscire ed afferrarle.

Io sono la vostra opportunità. Sto bussando alla vostra porta. Voglio essere adottata. La leggenda non dice che cosa dovete fare quando molte ottime opportunità si presentano alla stessa porta. Immagino che dovrete scegliere quella che preferite e spero che adotterete me. Io sono la più giovane qui e ciò che vi offro è colmo di splendide opportunità di servizio.

La Fondazione Americana per i Ciechi è in funzione da solo quattro anni. È nata a seguito degli enormi bisogni dei ciechi ed è stata organizzata dai ciechi stessi. È un'iniziativa di portata e d'importanza nazionale ed internazionale e rappresenta il miglior ideale nel campo della cecità raggiunto finora. Il suo scopo è di rendere le vite dei ciechi più produttive ovunque migliorando le loro possibilità finanziarie e dando loro la gioia di svolgere attività normali.

Cercate di immaginare cosa provereste se oggi all'improvviso diventaste ciechi. Immaginate di camminare a tentoni e di inciampare di giorno così come di notte con conseguente perdita del vostro lavoro e della vostra indipendenza. In quel mondo all'oscuro non sareste felici se un amico vi prendesse per mano e vi dicesse: "vieni con me e t'insegnerò come fare alcune delle cose che usavi fare quando eri in grado di vedere". Quello è il tipo di amicizia che la Fondazione Americana offrirà a tutti i ciechi in questo paese se coloro che hanno il dono della vista le accorderanno il necessario appoggio.

Avete sentito come tramite una piccola parola trasmessa dalle dita di un'altra persona, un raggio di luce da un'altra anima ha toccato le tenebre della mia mente ed ho scoperto me stessa, ho scoperto il mondo, ho scoperto il Signore. Grazie alla mia insegnante, ho scoperto me stessa e sono riuscita a dissipare le tenebre, la prigionia che mi attanagliava e sono in grado di lavorare per me stessa e per gli altri. L'interesse è ciò che desideriamo più del denaro. Il dono senza la simpatia e l'interesse da parte del donatore non ha valore. Se siete interessati, se possiamo far sì che le persone di questo meraviglioso paese s'interessino, i ciechi trionferanno senz'altro sulla cecità.

L'opportunità che offro a voi Lions è questa: promuovere e sponsorizzare l'opera della Fondazione Americana per i Ciechi. Non volete aiutare a raggiungere il prima possibile il giorno in cui non esisterà più la cecità prevenibile; non ci saranno più bambini sordi e ciechi senza istruzione; non ci saranno donne o uomini ciechi privi d'aiuto? Mi rivolgo a voi Lions, che avete la vostra vista, il vostro udito, che siete forti, bravi e buoni. Non volete diventare i Cavalieri dei Ciechi in questa crociata contro le tenebre?

Grazie.

Aumenta la dimensione del carattere Ripristina la dimensione iniziale del carattere Diminuisci la dimensione del carattere
Torna Su